Miopia

Nella miopia la cornea (che funge da lente del nostro occhio) risulta essere troppo potente e i raggi luminosi provenienti da lontano vengono messi a fuoco prima della retina. Tipicamente il miope vede male da lontano e molto meglio da vicino e, di conseguenza, lamenta disagio quando guarda la televisione, al cinema, durante la guida, nella lettura dei cartelli stradali, nella visione serale.

L’occhio emmetrope è quello privo di difetti refrattivi: significa che i raggi luminosi convergono in un solo punto, esattamente sulla retina. Si genera così un’immagine perfettamente a fuoco.

Nell’occhio ametrope non succede così: a causa di alterazione delle lenti, della cornea e del cristallino oppure della lunghezza stessa dell’occhio, l’immagine creata non è chiara.


Sei miope

Come faccio a sapere se sono miope?

  • Ecco come individuare i principali sintomi di questo disturbo refrattivo. La miopia può essere dovuta a due fattori:un eccessivo potere diottrico della cornea o del cristallino o
  • una eccessiva lunghezza dell’occhio (frequentemente un allungamento anomalo durante la fase di sviluppo adolescenziale).

L’occhio umano è lungo mediamente 22 millimetri e sembra incredibile come 1 solo millimetro in più possa causare ben 3 diottrie di miopia. Quindi allungamenti molto piccoli generano miopie importanti.


MIOPE DA 0.5 A 1.0 DIOTTRIE

I sintomi variano notevolmente in funzione dell’entità del difetto! Il primo segno di miopia iniziale o modesta, da 0.5 a 1.0 diottrie, ha un impatto ridotto sulla vita quotidiana. Ad esempio vedo male:

  • i cartelli stradali, soprattutto di sera
  • i sottotitoli della televisione
  • lavagna o schermo a lezione

Invece vedo bene tutto quello che è vicino, come il cruscotto della macchina, il cellulare, il computer, il giornale e anche l’orologio. Per questo livello di miopia spesso si riesce a svolgere quasi tutte le attività quotidiane senza la necessità di correzione pur avendo la percezione di scarsa nitidezza da lontano.

MIOPE DA 2.0 A 3.0 DIOTTRIE

Quando la miopia è più marcata, da 2.0 a 3.0 diottrie, le difficoltà aumentano. Guidare diventa più difficile soprattutto per percorsi poco noti per la difficoltà a leggere velocemente i cartelli stradali o riconoscere i punti di riferimento. Guardare la lavagna, o la televisione, comincia a creare frustrazione, anche se la visione da vicino rimane eccellente e anzi migliora.

MIOPE OLTRE LE 4.00 DIOTTRIE

Quando l’entità del difetto miopico arriva a 4.0 o lo supera, le difficoltà diventano ben maggiori, fino a rendere impossibile svolgere molte attività come:

  • guidare
  • guardale la televisione
  • seguire lezioni accademiche

Spesso anche la visione per vicino diventa difficoltosa, perché è necessario avvicinare molto agli occhi ciò che si vuole osservare o leggere.

Quanto sono miope?

Provate un gioco molto semplice per iniziare a rendersi conto del nostro livello di miopia. Partiamo dal fatto che il nostro braccio e lungo mediamente tra 90 e 100 cm. Sedetevi davanti al televisore a una distanza di circa 2 metri e stendete il braccio in orizzontale davanti a noi.

Valutiamo la distanza massima a cui riuscite a vedere nitidamente i dettagli di ciò che osservate. Riuscite a vedere bene le immagini sul televisore e la punta della dita inclusi i dettagli (ad esempio le unghie? Allora NON siete miopi. Non riuscite a vedere bene le immagini sul televisore, ma distinguete bene la punta della dita inclusi i dettagli: siete miopi di circa una diottria.

  • Se non riuscite a vedere bene la punta della dita, ma vedete bene la zona compresa tra il polso ed il gomito, siete miopi tra 2.0  e 3.0 diottrie.
  • Se non riuscite a vedere bene la zona compresa tra il polso ed il gomito mentre distinguete bene il braccio fino all’ascella, siete miopi tra 4.0 e 5.0 diottrie.

Come si corregge la miopia: non solo occhiali

Approfondisci le varie tecniche che la chirurgia oculistica modera mettere a disposizione per risolvere i tuoi problemi: PRKFEMTOLASIKICL


Risolvere la miopia a Vicenza e zone limitrofe

Per la zona della provincia di Vicenza e relativi comuni, è possibile quindi rivolgersi al Dott. Sandro Soldati telefonando presso il centro di riferimento oppure inviando una email. Molti pazienti provengono dai vari comuni della zona quali Agugliaro – Albettone – Alonte – Altavilla Vicentina – Altissimo – Arcugnano – Arsiero – Arzignano – Asiago – Asigliano Veneto – Barbarano Vicentino – Bassano del Grappa – Bolzano Vicentino – Breganze – Brendola – Bressanvido – Brogliano – Caldogno – Caltrano – Calvene – Camisano Vicentino – Campiglia dei Berici – Campolongo sul Brenta – Carrè – Cartigliano – Cassola – Castegnero – Castelgomberto – Chiampo – Chiuppano – Cismon del Grappa – Cogollo del Cengio – Conco – Cornedo Vicentino – Costabissara – Creazzo – Crespadoro – Dueville Enego – Fara Vicentino – Foza – Gallio – Gambellara – Gambugliano – Grancona – Grisignano di Zocco – Grumolo delle Abbadesse – Isola Vicentina – Laghi – Lastebasse – Longare – Lonigo – Lugo di Vicenza – Lusiana – Malo – Marano Vicentino – Marostica – Mason Vicentino – Molvena – Monte di Malo – Montebello Vicentino – Montecchio Maggiore – Montecchio – Precalcino – Montegalda – Montegaldella – Monteviale – Monticello Conte Otto – Montorso Vicentino – Mossano – Mussolente – Nanto – Nogarole Vicentino – Nove – Noventa Vicentina – Orgiano – Pedemonte – Pianezze – Piovene – Rocchette – Pojana Maggiore – Posina – Pove del Grappa – Pozzoleone – Quinto Vicentino – Recoaro Terme – Roana – Romano d’Ezzelino – Ros – Rossano Veneto – Rotzo – Salcedo – San Germano dei Berici – San Nazario – San Pietro Mussolino – San Vito di Leguzzano – Sandrigo – Santorso – Sarcedo – Sarego – Schiavon – Schio- Solagna – Sossano – SovizzoTezze sul Brenta – Thiene – Tonezza del Cimone – Torrebelvicino – Torri di Quartesolo – Trissino – Valdagno – Valdastico – Valli del Pasubio – Valstagna – Velo d’Astico – Vicenza- Villaga – Villaverla – Zanè – Zermeghedo – Zovencedo – Zugliano