Info & Prenotazioni339.6356005

Diario di una paziente: tornare a rivedere le stelle…

25 aprile 2018 – L’impiegata di banca mi porge un foglio da firmare “dove ci sono le croci”. Io, ipermetrope e dotata di un occhio pigro fortemente astigmatico, ho dimenticato a casa gli occhiali da lettura e non vedo né le croci né le righe su cui devo scrivere il mio nome. Dissimulando una certa vergogna grazie a una battuta su chi firma alla cieca, chiedo in prestito una lente d’ingrandimento.

2 giugno 2018 – apro il forno per estrarre la crostata di fragole, mi si appannano gli occhiali e mi ustiono una mano.

29 luglio 2018 – Mi tolgo gli occhiali per tuffarmi nelle acque turchesi dell’Arcipelago della Maddalena e finisco dritta in mezzo ad una famiglia di meduse viola. Non le ho viste. La mia schiena e la gamba sinistra serberanno a lungo i segni dell’incontro ravvicinato.
Quella sera, i miei amici ammirano un cielo stellato stupendo, mentre io intravedo solo gli astri più brillanti. Loro intercettano una stella cadente. Io no, ma esprimo ugualmente il mio desiderio: occhi buoni, per rilasciare autografi, sfornare serenamente torte e nuotare senza arrecare disturbo alle meduse.

Ottobre 2018 – Quella stella a me invisibile finalmente m’illumina, e capisco di dover prendere appuntamento con il dott. Sandro Soldati, che è stato così bravo ad operare di cataratta la mia mamma. In quell’occasione gli avevo chiesto quale fosse l’età giusta per correggere chirurgicamente la vista. E lui: “Quanti anni hai?”. “Ne ho 50”. “Allora l’età giusta è 50”, aveva concluso.

Novembre 2018 – Il dott. Soldati ascolta i miei racconti buffi di firme, torte e creature marine, mi sottopone a una serie di esami e mi spiega quale operazione può risolvere i miei problemi di vista e cosa si può ottenere: con lenti intraoculari multifocali avremo buoni risultati sull’occhio pigro e ottimi sull’altro. Ho paura, ma chi conosce il dott. Sandro Soldati mi assicura che sono nelle mani giuste, le migliori.

17 dicembre 2018 – Intervento all’occhio sinistro, quello pigrone e messo peggio.

18 dicembre 2018 – Usando solo l’occhio operato riesco a leggere il giornale senza occhiali.

21 gennaio 2019 – Intervento all’occhio destro.

22 gennaio 2019 – Senza occhiali leggo il bugiardino del collirio.

31 gennaio 2019 – Vado a rinnovare la patente di guida e l’oculista mi cancella l’obbligo di guida con lenti.

2 marzo 2019 – Scrivo questa specie di diario, per ringraziare chi mi ha aiutato a prendere la decisione di operarmi, si è preso cura dei miei occhi in sala operatoria e continua a farlo ora, controllandoli e constatando che entrambi sono un suo successo. Se ora i miei quadri hanno colori più belli, se posso stare davanti a un libro o al computer senza occhiali e senza mal di testa e se la prossima estate potrò vedere le stelle cadenti è solo merito di Sandro Soldati, che sto raccomandando senza riserve a tutti.