Cataratta: la soluzione nelle lenti intraoculari sferiche

Cataratta: la soluzione nelle lenti intraoculari sferiche
“Dottore, odio portare gli occhiali progressivi perché con quelli non riesco a mettere a fuoco la pallina per terra mentre gioco a golf. 
E poi mi piacerebbe non dover usare gli occhiali mentre mi diverto a mettere a punto e restaurare le mie moto d’epoca. Sono la mia passione più grande.”Cataratta: la soluzione nelle lenti intraoculari sferiche

Claudio è un architetto industriale di livello internazionale. Da bambino ha subito un trauma all’occhio sinistro, che ha causato un importante astigmatismo corneale irregolare, oltre che a lasciargli un ampia cicatrice.

Cataratta e astigmatismo irregolare
Dopo aver scoperto di essere affetto da cataratta, si è rivolto a me perché il disagio che provava nel praticare i suoi passatempi preferiti era diventato troppo fastidioso. L’astigmatismo irregolare di Claudio non era correggibile con lenti intraoculari toriche. Di comune accordo, abbiamo quindi scelto la soluzione più adatta per risolvere la sua cataratta: l’impianto di lenti intraoculari sferiche ad aumentata profondità di fuoco Sinfony AMO.

Il segreto? Trovare soluzioni anche quando non sono ovvie
Il risultato? Ora Claudio è molto contento, perché può vivere fino in fondo le sue passioni. E io sono doppiamente felice di questo risultato, perché condivido con lui la passione per la moto e so quanto sia bello poter guidare pensando solo alla sensazione del vento, alla magia del viaggio. Il caso di Claudio è un esempio di come si possa avere la massima soddisfazione anche quando la perfezione non è raggiungibile. Una dimostrazione di quanto sia importante per un medico mettersi in ascolto del proprio paziente, per capire quali sono le sue esigenze e le sue aspettative.